DARWINISMO SOCIALE E LA COLONIA ANGLO-SABAUDA DEL SUD ITALIA

DARWINISMO SOCIALE E RAZZISMO, LE RADICI.
Dal punto di vista strettamente scientifico ancora oggi le teorie di Darwin sulla evoluzione sono il fondamento su cui si basano gli studi delle specie animali e le teorie della evoluzione delle speci. Darwin non si avventura nel mondo geografico casualmente, siamo in periodo di ascesa vittoriana alla conquista del commercio mondiale e la conoscenza di tutto ciò che era al di fuori dell'Inghilterra era ad esclusivo servizio del potere economico e commerciale. Con Darwin, con le sue teorie della evoluzione della specie vengono alimentate in Inghilterra tutte le deviazioni e discriminazioni sulla razza umana, sul razzismo, che a partire già nel settecento con Gall in Germania vennero importate in "Albionia".
I principali esponenti, spalmatori e divulgatori delle politiche coloniali razziste furono Person e Galton, con loro l'antica frenologia dalle origini teutoniche ( F.J. Gall) trovò per volontà politiche teorie della superiorità per "conquista" e spiegazioni utilitaristiche con la statistica.
Il colonizzatore era di razza superiore, il colonizzato era un inferiore, quindi un dominato, quindi di razza inferiore. Ovunque vi furono colonie, inglesi, francesi, italiane, ovunque i colonizzatori sul posto o in madrepatria si considerarono di razza superiore.
Questo principio portò all'inizio del secolo nuovo, il xx secolo appunto, alla definitiva affermazione della razza superiore degli Arii, indouropei di razza pura, secondo i migliori razzisti compreso il safardita Marco Ezechia Lombroso per inesistente "atavismo" dei meridionali e in quanto tali delinquenti, una invenzione inqualificabile o l'italianissimo suo allievo, Alfredo Niceforo.  Le teorie scientifiche di Darwin, contrariamente a quanto si crede o fa piacere credere, furono ampiamente distorte ed utilizzate dalle dittature del XX e XXI secolo per deportare e sterminare milioni di persone, all'insaputa di Darwin.
Il primo esperimento di razzismo di conquista fu fatto dagli inglesi nella conquista a mano armate del Regno delle due Sicilie, conquista assistita in tutto dagli inglesi, con la Aberdeen che traghettò Garibaldi dalla costa sicula a quella calabrese. E fu il razzismo di conquista per i meridionali teorizzato e auspicato dagli ebrei italiani, primo fra tutti Leone Carpi, primo parlamentare ebreo al parlamento italiano che teorizzava la "deportazione" dei meridionali. Cosa che avvenne dal 1863 almeno al 1880 e poi con l'emigrazione per depressione economica.

Commenti

Post popolari in questo blog

MILITARY ASSASSINS KILLED CIVILIANS. GLI ASSASSINI. 27 gennaio giorno della memoria per il meridione d'Italia

GLI INGLESI IMPOSERO LOMBROSO AGLI ITALIANI